Ascesa al Carmelo

Boris Pasternak
Le Onde

Vladimir Majakovskij
Suicidio di un poeta

Boris Pasternak
In morte di Majakovskij

Tre frammenti tratti da

“Bene! Quattro diversi modi di morire in versi.
Majakovskij-Blok-Esenin-Pasternak” (1974)

adattamento testi di C.B. e R. Lerici;
traduzioni di: I. Ambrogio, R. Poggioli, A. M. Ripellino, B. Carnevali;
riduzione, adattamento, regia e voce recitante di C.B.

 

* * *

[originariamente pubblicato nel blog “Il teatro di Sisifo”,
sulla piattaforma Splinder]

* * *

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annunci

Pubblicato il 5 febbraio 2008 su BeneCarmelo, Con parole d'altri, MajakovskijVladimir, PasternakBoris. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 5 commenti.

  1. Carissimo Alessandro, grazie di cuore per questo post. Ho visto e ascoltato Carmelo Bene a Sassari, al teatro Verdi, negli atti ottanta, e, sempre negli anni ottanta, in tivù, con spettacoli dedicati a Dino Campana e ai poeti russi. E’, per me, il più grande interprete di poesia. L’uso della voce, anche grazie ad apparecchiature sofisticatissime, era a livelli irraggiungibili.
    Grazie ancora, Alessandro

    Gianni

  2. alessandromelis

    Carissimo Gianni, a parte la felicità che mi danno sempre le tue visite, stavolta sono un po’ invidiosetto. Chè tu Carmelo lo hai visto e sentito dal vivo, mentre io devo cercarne tracce sui libri, sui video, sui dischi. Sono nato tardi, questo è chiaro!
    Per chi prova a fare l’attore, il lavoro sulla voce di Carmelo Bene è una lezione imprescindibile. Come lo è l’instancabile ricerca di (de)pensiero, la curiosità mai sazia, la spiritualità non religiosa, il nichilismo mai apatico e inerte, ma sempre fertile di intuizioni creative.

    Grazie a te, Gianni. A presto,

    A.

  3. Ho aspettato undici giorni per leggere questa tua proposta. Sapevo. Sapevo che le pareti di questa mia piccola stanza avrebbero urlato alla loro polvere, Non lasciarci mai. Avrebbero urlato, a lei, Diventa cerume, duro, nero, impenetrabile.
    Non voglio mai più conoscere questi spaventi, io, polvere.

  4. Che scorpacciata di Bene qui!!
    Ci arrivo per segnalazione di Savina, che come l’ape della poesia sa portarne il miele e condurre…
    Anch’io, nata eccessivamente postuma, non posso che amare la voce di Carmelo da libri e registrazioni… e quando di passaggio da quel tanto amato/odiato sud mi ritrovo per le vie di Campi Salentina porto in cuore una sua statua, un mausoleo di versi, mentre tutt’attorno c’è il sienzio salato salentino e una scritta incerta “città d’arte e di cultura”…

  5. alessandromelis

    Cara Noirdespire, benvenuta nel teatro. Leggendo il tuo commento ho rivisto la luce bianca e lunga dei miei (pochi) ricordi salentini.
    Verrò a trovarti.
    Un grazie alla Pizia che ti ha condotto qui.

    A presto,
    A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...