memorie

2009_01_26 memorie

QUALUNQUE PIETRA TU ALZI
[Paul Celan]

Qualunque pietra tu alzi –
li discopri, coloro cui occorre
il riparo delle pietre:
denudati,
rinnovano il loro intreccio.

Qualunque tronco tu abbatti –
inchiodi assi
d’un giaciglio, ove
di nuovo s’ammucchiano le anime,
come se non si scotesse
anche quest’
Era.

Qualunque parola tu dica –
rendi grazie
alla perdizione.

                                                

da Di soglia in soglia, a cura di G. Bevilacqua, Einaudi, 1996
la foto è Enjoy the silence di Nirvana SQ >

 

* * *

[originariamente pubblicato nel blog “Il teatro di Sisifo”,
sulla piattaforma Splinder]

* * *

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Pubblicato il 26/01/2009 su CelanPaul, Con parole d'altri. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. scriptorhumilis

    Enigmatica! Dissacrante come il tuo genere

  2. la poesia ok, molto bella, ma chi è l’autore della foto? manfred eicher? se è opera Sua, esimio Allievo, Le faccio le complimentazioni.

  3. alessandromelis

    caro scriptorhumilis, non posso farci niente. mi piacciono così.
    non so poi se questa lirica di Celan sia da intendersi come dissacrazione. era per dire che la memoria può coltivarsi anche nel silenzio…
    ti abbraccio.

    caro Maestro, purtroppo no, non è mia. anche se è esattamente il tipo di foto su cui ora mi sto concentrando…
    abbraccio anche lei.
    a dopo,
    a.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...