curriculum

AlessandroMelis

Ciò che è importante non è la verità fuori di me,
ma la verità dentro di me.
Konstantin S. Stanislavskij

L’attore è un perenne bambino.
Peter Brook

Quest’ opera a cui attendo è illimitata
e mi accompagnerà fino alla fine;
non meno misteriosa dell’universo
e di me, l’apprendista.
Jorge Luis Borges

* * *

Istruzione e Formazione

1996 – Diploma di Maturità Classica – Liceo Ginnasio “S.A. De Castro” – Oristano – 60/60.

2009 – Laurea in Lettere – Scienze dell’antichità – Indirizzo filologico – Università degli Studi di Firenze – Tesi sul teatro tragico di Seneca (“Allusione, innovazione, etopoiesi – echi virgiliani nell’Oedipus di Seneca”) – 110/110 con lode.

2015  – Abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria (classi a043 e a050) – Università degli studi di Cagliari – 100/100.

 

Istruzione e Formazione Teatrale

2006 – 2008. Allievo attore nella compagnia del Teatro Instabile – Teatro Stabile d’Innovazione – Paulilatino (OR) – Dir. Art. Aldo Sicurella. Nel frattempo: Analisi e messinscena di un monologo di Checov – Stage diretto da Isadora Angelini – “Patalò” – L’Aquila; Teoria e tecnica del teatro – corso diretto da Catie Marchand – Living Theatre Europa – Esito scenico nello spettacolo “Resist Now!” – presso Teatro Civico di Sinnai (CA)

2008 – 2011. Training and Scrypt Analysis – corsi diretti da Michael Margotta – Actor’s Center – Roma.

2013. “La Caduta”, residenza creativa con Tamara Bartolini e Michele Baronio. – Roma

 

Principali esperienze teatrali

2006-2008: a contratto nella Compagnia Teatro Instabile. Direzione artistica di Aldo Sicurella. Attore negli spettacoli “Don Chisciotte, un errante contro i mulini a vento” (2006-2008); “Inferno – dalla “Divina Commedia” (2007); “Natività” (2007).

2007-2013: membro fondatore della Compagnia Hanife Ana teatro jazz. Attore negli spettacoli “Le fiamme di Toledo” (2007-2010); “Ulisse” “Andai dentro la notte illuminata” (2008); “1+1 / che odore può avere un disegno?” (2008-2010); “Ti darò notizie di una rosa” (2009-2011); “Mi sono visto di spalle che partivo” (2009-2013); “Semidio” (2011); “A ottanta miglia incontro al vento” (2011-2012, in coproduzione con Asmed-Balletto di Sardegna); “Schweinhund” “Delirio” (2012); “I giorni del vino e delle rose” (2012-2013).

2009-2016: attore freelance. Reading da “Accabadora” di Michela Murgia (2009-2010); Festival “Isola delle storie” (Gavoi, 2012-2013); “Dromodiario” (2013-2015); Letture/Visioni: “…E vedrà che la crisi passerà” (2013); “Letture regali” (2014); “Vite parallele” (2015).

(clicca qui per qualche dettaglio in più sugli spettacoli)

 

Principali esperienze di didattica del teatro

2009-2014: insegnante di recitazione presso la scuola “Artist Project” – Oristano.

2010-2011: pianificazione e realizzazione del laboratorio Mamma ‘e abba (per ragazzi della scuola secondaria di secondo grado), con Mauro Sigura (musicista), e del laboratorio “Il corpo, la voce, la parola”, per ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Pianificazione e realizzazione del laboratorio Mamma ‘e abba (per adulti), con la compagnia Hanife Ana teatro jazz.

2011-2012: pianificazione e realizzazione del laboratorio“Diversamente Insieme” per scuola primaria e media: laboratori di racconto e propedeutica teatrale per classi con bambini in situazione di disabilità.

2012-2013: scrittura del laboratorio “Alice, don Chisciotte e la meraviglia del vento” per il festival DROMOS (Oristano, Mogoro, Nurachi, Baratili, Nureci, Olmedo), con il patrocinio della Regione Sardegna (agosto 2012).

2013-2014: pianificazione e realizzazione del laboratorio “il corpo, la voce, la parola – il teatro contro l’omofobia”, per ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Drammatizzazione finale del romanzo “Lettere dal mare” di Chris Donner. Pianificazione e realizzazione del laboratorio “colori e parole” – appunti da UN SOGNO, un percorso di arteterapia a cura di Norma Trogu e Alessandro Melis, con la collaborazione di Sara Giglio. Presso Centro di Igiene Mentale di Oristano – Ministero per le pari opportunità. (giugno 2013 – giugno 2014).

2015-2016: pianificazione e realizzazione del laboratorio “il corpo, la voce, la parola – il teatro per la scuola multietnica”, per ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Drammatizzazione finale del romanzo “La classe” di François Bègadeau.

(clicca qui per qualche dettaglio in più sui laboratori)

* * *

Digressioni

E’ vero, il mio mestiere principale è il teatro. Però in tutte le storie ci sono anche percorsi laterali. Più o meno laterali. A volte si tratta solo di attraversare zone di confine, specie oggi, tempo in cui un solo linguaggio non basta, perché fa sentire stretti dentro un vestito rattrappito. Perciò mi è capitato di avere a che fare con altre arti, con altri movimenti. Una è  proprio lì, accanto al teatro, ed è l’arte da cui tutto nasce: la scrittura, la zona d’ombra di cui non so fare a meno. E poi c’è la fotografia, la cattura dello sguardo. E poco più in là il video, che in fondo è fotografia e parola in movimento.
Qui dunque stanno le mie digressioni.
I percorsi laterali che mi fanno simile a me.

Le parole:

2004 – 2006: qualche poesia.
“Mistral”
, Premio “Diego Valeri 2004” – Piove di Sacco (PD), primo classificato, sezione inediti. “Camper” – poemetto – primo premio Concorso di Poesia “Versi con Mani di Pomice” 2005 – Jesi (AN) – Presidente della giuria il poeta Davide Rondoni. “Beth” – un progetto di Michele Porsia (tavole) e Alessandro Melis (testi). Alcune tavole e alcuni testi sono stati esposti nell’ottobre 2006 presso il “Battello Ebbro” di Termoli (CB), all’interno del mese della promozione del libro e della lettura “Ottobre piovono libri – i luoghi della lettura – ottobre 2006”, organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

2008 – 2012: qualche copione.
Andai dentro la notte illuminata
 (2008) Atto unico dalle “Poesie” di K. Kavafis. Prosa e drammaturgia di Alessandro Melis. Pubblicato dalle “Edizioni il Pittore d’Oro” – Oristano. Ti darò notizie di una rosa (2009) Atto unico tratto dalle “Lettere dal Carcere” di Antonio Gramsci e dalla corrispondenza dei suoi familiari – drammaturgia di Alessandro Melis e Savina Dolores Massa. Mi sono visto di spalle che partivo (2010) Atto unico dedicato a Fabrizio De Andrè. Drammaturgia di Alessandro Melis e Savina Dolores Massa. Schweinhund (2012) Atto unico tratto da “Moi, Pierre Seel, déportè homosexuel. Drammaturgia di Alessandro Melis.

2016: un librino in arrivo.
Niente che non sia umano. Otto motivi per studiare le discipline umanistiche. A cura di Alessandro Melis e Carola Farci. Roma, Aracne editrice, 2016.

La fotografia:

agosto 2009 – 11 foto per “Undici” di Savina Dolores Massa in mostra a Santulussurgiu, festival “A libro aperto”. 2008 > in corso – La costruzione dell’abbandono, fotografie in luoghi abbandonati, sguardi ritrovati, all’interno della residenza creativa “La Caduta”, aprile 2013; febbraio 2014 – Walking to Neverneverland – installazione fotografica
in mostra dal 23 febbraio al 2 marzo 2014, durante la mostra “Isola Mutante – Faith” curata da Askosarte – Solarussa (OR).

Il video:

2009-2012: quel (nero) che sono, cortometraggio di Michele Porsia e Alessandro Melis. Da una poesia di Valerio Magrelli. Musica Originale di Gianfranco Fedele. Esposto a Leggere.Pavia, 31 maggio 2013. In concorso al Festival Pontino del Cortometraggio, Latina, 18-23 giugno 2013. 2006-2012: Incontro con Ana, cortometraggio di Alessandro Melis, sul naufragio della nave turca Hanife Ana. 2010-2013: K., cortometraggio di Michele Porsia e Alessandro Melis, land-art a Casacalenda (CB). giugno 2013: “Padrepatria”, cortometraggio di Michele Porsia e Alessandro Melis, land-art a Casacalenda (CB). In mostra dal 14 al 21 luglio 2013, durante la mostra “Isola Mutante – Fathers” curata da Askosarte – Solarussa (OR) settembre 2013: “I’m afraid you can’t understand me”, cortometraggio. In mostra dal 29 settembre al 6 ottobre 2013, durante la mostra “Isola Mutante – Fear” curata da Askosarte – Solarussa (OR)

La mia voce altrove:

2009: Skopje, cortometraggio di Michele Porsia. voci recitanti di Alessandro Melis, Savina Dolores Massa, Gianfranco Fedele. Musiche di Gianfranco Fedele (pianoforte), Antonio Farris (contrabbasso), Andrea Cogoni (batteria). Esposto alla XIV Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, Skopje, 2009. 2013: Eufemia, stop motion di Michele Porsia, da “Le città invisibili” di Italo Calvino. Voce e montaggio vocale di Alessandro Melis. 2013: Zora, stop motion di Michele Porsia, da “Le città invisibili” di Italo Calvino. Voce e montaggio vocale di Alessandro Melis.