parole

parole

Non si scrivono parole per raccontare l’urgenza delle parole.
Qui metto, metterò un po’ dei testi che mi è capitato di scrivere.
Racconti, qualche verso, frantumi di viaggi, brandelli di copioni.
La foto qui sopra l’ha fatta Michele Greco, durante il nostro viaggio a Lisbona.

* * *

Per ora on line:

>>> camper (2004-2005)
[Un poemetto che è scrittura di viaggio. Guardare, scrivere, guardare, scrivere.
Trovare parentele tra le cose, nell’ironia di portarsi dietro un guscio.
Premio “versi con mani di pomice” 2005.]

>>> beth (2006-2007)
[Il racconto ossessivo di un ritorno a casa, di legami annodati con la propria abitazione,
con gli oggetti e i riti del vivere domestico: cucinare, scrivere, ricordare, tentare di dormire.]

>>> alice, don chisciotte e la meraviglia del vento (2012)
[cosa accadrebbe se il Don Chisciotte spagnolo rinascesse da quest’altra parte del mare?
e quali mulini a vento sceglierebbe oggi per le sue battaglie, nella nostra Isola?
un racconto per bambini, scritto per il Dromosfestival 2012]

Annunci